spot_img

Nuovi incentivi ministeriali a fondo perduto per i negozi sfusi

spot_img

Dopo il primo round di finanziamenti a sostegno dei negozianti di prodotti sfusi e alla spina che si è concluso lo scorso 23 gennaio 2022, il MiTe (Ministero della Transazione Ecologica) ha stanziato ulteriori incentivi ministeriali. Questi ammontano a 20 milioni di euro e sono destinati alle spese sostenute nel corso dell’anno 2021.

Come nella tornata precedente, i contributi sono indirizzati ai titolari di esercizi commerciali di vicinato e quelli di media e di grande distribuzione. Ne abbiamo parlato qui, in riferimento allo scorso bando.

La nuova misura di incentivi ministeriali prevede un rimborso per ogni domanda fino a un massimo di 5.000 euro, secondo l’ordine di presentazione della domanda.

I rimborsi sono indirizzati a sostenere le spese inerenti la realizzazione, la ristrutturazione e l’ammodernamento del punto vendita, nonché le spese relative alla comunicazione.

“Siamo lieti che il MiTe abbia confermato la sua attenzione a questo settore, che rappresenta il passato, il presente e il futuro della vendita al dettaglio sostenibile. Siamo sulla strada giusta. In tanti, infatti, si stanno attivando per poterne usufruire”

dichiara Ottavia Belli, fondatrice di Sfusitalia.

La domanda deve essere presentata entro e non oltre il 30 aprile 2022 attraverso la piattaforma digitale di Invitalia.

incentivi ministeriali sfuso sfusitalia

Leggi anche: E’ meglio la carta o la plastica?

Articoli Collegati

Seguici sui social

6,620FansMi piace
12,750FollowerSegui

AUTORE

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Ti interessano gli sfusi e lo zero waste? 

Iscriviti alla newsletter di Sfusitalia